Caution: You are browsing the legacy symfony 1.x part of this website.

Giorno 10: Form

1.2 / Doctrine

La seconda settimana di Jobeet si è conclusa con l'inizio di una panoramica e l'introduzione del symfony test framework. Continueremo oggi con il framework dei form.

Il Framework dei form

Ogni sito web ha dei form; dal semplice form di contatto a quelli più completi con decine di campi. Scrivere form è uno dei compiti più complessi e noiosi per uno sviluppatore web: deve scrivere il form HTML, implementare le regole per la validazione di ogni campo, processare i valori per salvarli nel database, visualizzare i messaggi d'errore, ripopolare i campi in caso di errori e molto altro...

Invece di reinventare la ruota più e più volte symfony mette a disposizione un framework per una semplice gestione dei form. Il framework dei form è costituito da tre parti:

  • validazione: Il sub-framework per la validazione offre diverse classi per la validazione dell'input (intero, stringa, email, ...)
  • widget: Il sub-framework dei widget offre le classi per l'output dell'HTML dei campi (input, textarea, select, ...)
  • form: Le classi dei form rappresentano i form costituiti da widget e validatori ed offrono i metodi per aiutare nella gestione dei form. Ogni campo di un form ha il suo validatore ed il suo widget.

Form

Un form in symfony è una classe costituita da campi. Ogni campo ha un nome, un validatore ed un widget. Un semplice ContactForm può essere definito con la seguente classe:

class ContactForm extends sfForm
{
  public function configure()
  {
    $this->setWidgets(array(
      'email'   => new sfWidgetFormInput(),
      'message' => new sfWidgetFormTextarea(),
    ));
 
    $this->setValidators(array(
      'email'   => new sfValidatorEmail(),
      'message' => new sfValidatorString(array('max_length' => 255)),
    ));
  }
}

I campi del form vengono configurati nel metodo configure() utilizzando i metodi setValidators() e setWidgets().

tip

Il form framework viene distribuito assieme a molti widgets e validatori. Le API li descrivono in modo piuttosto completo con tutte le opzioni, gli errori e i messaggi d'errore di default.

I nomi delle classi dei widget e dei validatori sono autoesplicativi: il campo email verrà tradotto in un <input> tag HTML (sfWidgetFormInput) e validato come un indirizzo email (sfValidatorEmail). Il campo message genererà un tag di tipo <textarea> (sfWidgetFormTextarea) e dovrà essere una stringa di non più di 255 caratteri (sfValidatorString).

Di default tutti i campi sono obbligatori, visto che il valore impostato per l'opzione ~required|Campi di form obbligatori~ è impostata a true. Quindi la definizione della validazione per email è equivalente a new sfValidatorEmail(array('required' => true)).

tip

Potete fondere un form in un altro usando il metodo mergeForm() o incorporarne uno usando il metodo embedForm():

$this->mergeForm(new AnotherForm());
$this->embedForm('name', new AnotherForm());

Form Doctrine

La maggior parte delle volte un form deve essere serializzato per il database. Siccome symfony conosce già tutto riguardo al modello del database può generare in modo automatico dei form basati su queste informazioni. Infatti quando avete lanciato il task doctrine:build-all durante il giorno 3 symfony ha chiamato automaticamente anche il task doctrine:build-forms:

$ php symfony doctrine:build-forms

Il task doctrine:build-forms genera le classi dei form nella cartella lib/form/. L'organizzazione di questi file generati è simile a quella di lib/model/. Ogni classe del modello ha una relativa classe per un form (per esempio JobeetJob ha JobeetJobForm) che è vuota di default visto che eredita la struttura dalla classe base dei form:

// lib/form/doctrine/JobeetJobForm.class.php
class JobeetJobForm extends BaseJobeetJobForm
{
  public function configure()
  {
  }
}

tip

Curiosando all'interno dei file generati nella sotto-cartella lib/form/doctrine/base/ potrete vedere molti esempi di utilizzo di widget e validatori inclusi in symfony.

Personalizzare il Form per il lavoro

Il form per il lavoro è un esempio perfetto per imparare a personalizzare i form. Vediamo come personalizzarlo passo passo.

Come prima cosa cambiamo il link "Post a Job" nel layout ,per avere la possibilità di verificare i cambiamenti direttamente nel browser:

<!-- apps/frontend/templates/layout.php -->
<a href="<?php echo url_for('@job_new') ?>">Post a Job</a>

Un form Doctrine visualizza di default i campi per tutte le colonne di una tabella. Ma per il job form alcune di esse non devono essere modificabili dall'utente finale. Rimuovere i campi da un form è semplice quanto disabilitarli:

// lib/form/doctrine/JobeetJobForm.class.php
class JobeetJobForm extends BaseJobeetJobForm
{
  public function configure()
  {
    unset(
      $this['created_at'], $this['updated_at'],
      $this['expires_at'], $this['is_activated']
    );
  }
}

Disabilitare un campo significa che sia il widget che il validatore sono rimossi.

La configurazione del form deve alle volte essere più precisa di quanto possa apparire dall'analisi dello schema del database. Per esempio la colonna email è varchar nello schema ma noi abbiamo bisogno di validare questa colonna come un'email. Cambiamo quindi sfValidatorString con un sfValidatorEmail:

// lib/form/doctrine/JobeetJobForm.class.php
public function configure()
{
  // ...
 
  $this->validatorSchema['email'] = new sfValidatorEmail();
}

Anche se la colonna type è di tipo varchar nello schema, vogliamo che il suo valore sia limitato ad una lista di opzioni: full time, part time, o freelance.

Per prima cosa definiamo i possibili valori in JobeetJobTable:

// lib/model/doctrine/JobeetJobTable.class.php
class JobeetJobTable extends Doctrine_Table
{
  static public $types = array(
    'full-time' => 'Full time',
    'part-time' => 'Part time',
    'freelance' => 'Freelance',
  );
 
  public function getTypes()
  {
    return self::$types;
  }
 
  // ...
}

Poi usiamo sfWidgetFormChoice per il widget della colonna type:

$this->widgetSchema['type'] = new sfWidgetFormChoice(array(
  'choices'  => Doctrine::getTable('JobeetJob')->getTypes(),
  'expanded' => true,
));

sfWidgetFormChoice rappresenta un widget per la selezione che può essere creato da un widget diverso in accordo ad alcune opzioni di configurazione (expanded e multiple):

  • Menù a tendina (<select>): array('multiple' => false, 'expanded' => false)
  • Menù (<select multiple="multiple">): array('multiple' => true, 'expanded' => false)
  • Lista di radiobutton: array('multiple' => false, 'expanded' => true)
  • Lista di checkbox: array('multiple' => true, 'expanded' => true)

note

Se volete che una voce dell'elenco dei radiobutton sia selezionata di default (full-time per esempio), potete cambiare il valore di default nello schema del database.

Anche se pensate che nessuno possa inviare un valore non valido, un hacker potrebbe bypassare facilmente le opzioni del widget, usando tool come curl o la Web Developer Toolbar di Firefox. Cambiamo il validatore per restringere le possibilità di scelta:

$this->validatorSchema['type'] = new sfValidatorChoice(array(
  'choices' => array_keys(Doctrine::getTable('JobeetJob')->getTypes()),
));

Siccome la colonna logo dovrà memorizzare il nome del file del logo associato all'offerta di lavoro, abbiamo bisogno di cambiare il widget per l'input di un file:

$this->widgetSchema['logo'] = new sfWidgetFormInputFile(array(
  'label' => 'Company logo',
));

Per ogni campo symfony genera automaticamente una label (che verrà usata per generare il tag <label>). Questa può essere cambiata con l'opzione label.

Si possono cambiare le label anche con il metodo setLabels() del widget array:

$this->widgetSchema->setLabels(array(
  'category_id'    => 'Category',
  'is_public'      => 'Public?',
  'how_to_apply'   => 'How to apply?',
));

Abbiamo anche bisogno di cambiare il validatore di default:

$this->validatorSchema['logo'] = new sfValidatorFile(array(
  'required'   => false,
  'path'       => sfConfig::get('sf_upload_dir').'/jobs',
  'mime_types' => 'web_images',
));

sfValidatorFile è piuttosto interessante, visto che si occupa di parecchie cose:

  • Valida il formato dell'immagine caricata in un formato web (mime_types)
  • Rinomina il file in maniera univoca
  • Memorizza il file nel percorso stabilito (path)
  • Aggiorna la colonna logo con il nome generato

note

Avete bisogno di creare la cartella dei loghi (web/uploads/jobs/) e verificare che essa sia scrivibile dal server web.

Visto che il validatore salverà il percorso relativo all'immagine nel database, cambiamo il percorso utilizzato nel template showSuccess:

// apps/frontend/modules/job/templates/showSuccess.php
<img src="/uploads/jobs/<?php echo $job->getLogo() ?>" alt="<?php echo $job->getCompany() ?> logo" />

tip

Se in un form esiste il metodo generateLogoFilename(), verrà chiamato dal validatore ed il risultato sovrascriverà il nome file di default del logo. Al metodo viene passato l'oggetto sfValidatedFile come parametro.

Come già potete sovrascrivere l'etichetta generata per ogni campo, potete anche definire un messaggio d'aiuto. Aggiungiamone uno per la colonna is_public, per spiegare meglio il suo significato:

$this->widgetSchema->setHelp('is_public', 'Whether the job can also be published on affiliate websites or not.');

La versione finale della classe JobeetJobForm sarà come la seguente:

// lib/form/doctrine/JobeetJobForm.class.php
class JobeetJobForm extends BaseJobeetJobForm
{
  public function configure()
  {
    unset(
      $this['created_at'], $this['updated_at'],
      $this['expires_at'], $this['is_activated']
    );
 
    $this->validatorSchema['email'] = new sfValidatorAnd(array(
      $this->validatorSchema['email'],
      new sfValidatorEmail(),
    ));
 
    $this->widgetSchema['type'] = new sfWidgetFormChoice(array(
      'choices'  => Doctrine::getTable('JobeetJob')->getTypes(),
      'expanded' => true,
    ));
    $this->validatorSchema['type'] = new sfValidatorChoice(array(
      'choices' => array_keys(Doctrine::getTable('JobeetJob')->getTypes()),
    ));
 
    $this->widgetSchema['logo'] = new sfWidgetFormInputFile(array(
      'label' => 'Company logo',
    ));
 
    $this->widgetSchema->setLabels(array(
      'category_id'    => 'Category',
      'is_public'      => 'Public?',
      'how_to_apply'   => 'How to apply?',
    ));
 
    $this->validatorSchema['logo'] = new sfValidatorFile(array(
      'required'   => false,
      'path'       => sfConfig::get('sf_upload_dir').'/jobs',
      'mime_types' => 'web_images',
    ));
 
    $this->widgetSchema->setHelp('is_public', 'Whether the job can also be published on affiliate websites or not.');
  }
}

Il template del form

Ora che la classe del form è stata personalizzata, abbiamo bisogno di visualizzarla. Il template per il form è lo stesso sia voi vogliate creare un nuovo lavoro, sia vogliate modificarlo. Infatti i template newSuccess.php e editSuccess.php sono abbastanza simili:

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/newSuccess.php -->
<?php use_stylesheet('job.css') ?>
 
<h1>Post a Job</h1>
 
<?php include_partial('form', array('form' => $form)) ?>

note

Se non avete ancora aggiunto il foglio di stile job, è ora di farlo in entrambi i template (<?php use_stylesheet('job.css') ?>).

Il form stesso è visualizzato nel partial _form. Sostituite il contenuto generato nel partial `_form' con il codice seguente:

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/_form.php -->
<?php include_stylesheets_for_form($form) ?>
<?php include_javascripts_for_form($form) ?>
 
<?php echo form_tag_for($form, '@job') ?>
  <table id="job_form">
    <tfoot>
      <tr>
        <td colspan="2">
          <input type="submit" value="Preview your job" />
        </td>
      </tr>
    </tfoot>
    <tbody>
      <?php echo $form ?>
    </tbody>
  </table>
</form>

Gli helper include_javascripts_form_form() e include_stylesheets_for_form() aggiungeranno le dipendenze JavaScript e CSS necessarie per i widget.

tip

Anche se il form per il lavoro non necessita di alcun file JavaScript o CSS, è una buona abitudine mantenere questi helper "giusto nel caso". Potranno essere d'aiuto se in seguito deciderete di cambiare un widget con uno che necessita di JavaScript o di un foglio di stile specifico.

L'helper form_tag_for() genera un tag <form> per il form e la rotta dati e cambia il metodo HTTP a POST o PUT a seconda che l'oggetto sia nuovo o no. Inoltre si occupa di aggiungere l'attributo multipart se il form ha qualche tag input con type="file".

Infine, l'istruzione <?php echo $form ?> visualizza i widget del form.

sidebar

Personalizzare l'aspetto di un Form

Di default, l'istruzione <?php echo $form ?> visualizza i widget con righe di una tabella.

Spesso si avrà bisogno di personalizzare il layout dei propri form. L'oggetto form fornisce altri utili metodi per la personalizzazione:

Metodo Descrizione
render() Visualizza il form (equivalente a echo $form)
renderHiddenFields() Visualizza i campi nascosti
hasErrors() Restituisce true se il form ha degli errori
hasGlobalErrors() Restituisce true se il form ha degli errori globali
getGlobalErrors() Restituisce l'array degli errori globali
renderGlobalErrors() Visualizza gli errori globali

Il form si comporta inoltre come un array di campi. Si può accedere al campo company con $form['company']. L'oggetto restituito fornisce metodi per visualizzare ogni elemento del campo:

Metodo Descrizione
renderRow() Visualizza la riga del form
render() Visualizza il widget del campo
renderLabel() Visualizza la label del campo
renderError() Visualizza l'errore associato al campo (se presente)
renderHelp() Visualizza il messaggio di aiuto associato al campo

L'istruzione echo $form è equivalente a:

<?php foreach ($form as $widget): ?>
  <?php echo $widget->renderRow() ?>
<?php endforeach; ?>

L'azione del form

Abbiamo ora una classe per il form ed un template che lo visualizza. Ora è tempo di farlo funzionare con delle azioni.

Il form del lavoro è gestito da cinque metodi del modulo job:

  • new: Visualizza un form vuoto per creare un nuovo lavoro
  • edit: Visualizza un form per modificare un lavoro esistente
  • create: Crea un nuovo lavoro con i valori inseriti dall'utente
  • update: Aggiorna un lavoro esistente con i valori inseriti dall'utente
  • processForm: Chiamato da create e update, processa il form (validazione, ripopolazione del form e serializzazione dei dati per il database)

Tutti i form hanno il seguente ciclo di vita:

flusso del Form

Avendo creato un insieme di rotte per Doctrine 5 giorni fa per il modulo job, possiamo semplificare il codice per i metodi di gestione del form:

// apps/frontend/modules/job/actions/actions.class.php
public function executeNew(sfWebRequest $request)
{
  $this->form = new JobeetJobForm();
}
 
public function executeCreate(sfWebRequest $request)
{
  $this->form = new JobeetJobForm();
  $this->processForm($request, $this->form);
  $this->setTemplate('new');
}
 
public function executeEdit(sfWebRequest $request)
{
  $this->form = new JobeetJobForm($this->getRoute()->getObject());
}
 
public function executeUpdate(sfWebRequest $request)
{
  $this->form = new JobeetJobForm($this->getRoute()->getObject());
  $this->processForm($request, $this->form);
  $this->setTemplate('edit');
}
 
public function executeDelete(sfWebRequest $request)
{
  $request->checkCSRFProtection();
 
  $job = $this->getRoute()->getObject();
  $job->delete();
 
  $this->redirect('job/index');
}
 
protected function processForm(sfWebRequest $request, sfForm $form)
{
  $form->bind(
    $request->getParameter($form->getName()),
    $request->getFiles($form->getName())
  );
 
  if ($form->isValid())
  {
    $job = $form->save();
 
    $this->redirect($this->generateUrl('job_show', $job));
  }
}

Quando visualizzate la pagina /job/new, una nuova istanza è creata e passata al template (azione new).

Quando l'utente invia un form (azione create), è riempito (metodo bind()) con i dati inseriti dall'utente e la validazione viene effettuata.

Dopo che il form è stato riempito, è possibile controllare la sua validità utilizzando il metodo isValid(): se il form è valido (restituisce true), il lavoro è salvato nel database ($form->save()) e l'utente è rinviato alla pagina di anteprima; se non è validato, il template newSuccess.php è visualizzato di nuovo, con i dati inseriti ed i messaggi d'errore associati.

tip

Il metodo setTemplate() cambia il template utilizzato per una data azione. Se il form inserito non è valido, i metodi create e update utilizzano lo stesso template, dato che i template new e edit visualizzano il form con i messaggi d'errore.

La modifica di un lavoro esistente è abbastanza simile. L'unica differenza tra le azioni new e edit è che l'oggetto da modificare è passato come parametro al costruttore del form. Questo oggetto sarà usato per i valori di default nei template (i valori di default sono un oggetto per i form Doctrine, oppure un semplice array per i normali form).

Si possono inoltre definire dei valori di default per il form di creazione. Un modo è quello di dichiarare questi valori nello schema del database. Un altro è quello di passare un oggetto Job pre-modificato al costruttore del form.

Cambiamo il metodo executeNew() per definire full-time come valore di default per la colonna type:

// apps/frontend/modules/job/actions/actions.class.php
public function executeNew(sfWebRequest $request)
{
  $job = new JobeetJob();
  $job->setType('full-time');
 
  $this->form = new JobeetJobForm($job);
}

note

Quando il form viene riempito, i valori di default sono rimpiazzati con quelli inseriti dall'utente. I valori inseriti dall'utente saranno usati per la ripopolazione del form quando sarà visualizzato di nuovo nel caso vi siano errori di validazione.

Proteggere il Form del Lavoro con un Token

Tutto funziona bene finora. Al momento, l'utente deve inserire il token per il lavoro. Ma il token per il lavoro deve essere generato automaticamente quando un nuovo form viene creato, dato che non vogliamo basarci sul fatto che l'utente abbia un unico token. Modifichiamo il metodo save() di JobeetJob per aggiungere la logica che genera il token prima che un nuovo lavoro sia salvato:

// lib/model/doctrine/JobeetJob.class.php
public function save(Doctrine_Connection $conn = null)
{
  // ...
 
  if (!$this->getToken())
  {
    $this->setToken(sha1($this->getEmail().rand(11111, 99999)));
  }
 
  return parent::save($conn);
}

Possiamo ora rimuovere il campo token dal form:

// lib/form/doctrine/JobeetJobForm.class.php
class JobeetJobForm extends BaseJobeetJobForm
{
  public function configure()
  {
    unset(
      $this['created_at'], $this['updated_at'],
      $this['expires_at'], $this['is_activated'],
      $this['token']
    );
 
    // ...
  }
 
  // ...
}

Se vi ricordate il giorno 2, un lavoro può venir modificato solo se l'utente ha il token associato. Finora, è semplice modificare o eliminare un lavoro, semplicemente indovinando l'URL. Questo perché l'URL per la modifica è simile a /job/ID/edit, dove ID è la chiave primaria del lavoro.

Di default, una rotta sfDoctrineRouteConnection genera URL con la chiave primaria, ma può venir cambiato con ogni colonna unica passando l'opzione column:

# apps/frontend/config/routing.yml
job:
  class:        sfDoctrineRouteCollection
  options:      { model: JobeetJob, column: token }
  requirements: { token: \w+ }

Notate che abbiamo anche cambiato il requisito del parametro token, per farlo corrispondere a qualsiasi stringa, poiché il requisito predefinito di symfony è \d+ per la chiave univoca.

Ora tutte le rotte correlate al lavoro, eccetto quella job_show_user, contengono quel token. Per esempio, la rotta per modificare un lavoro ha ora il seguente schema:

http://jobeet.localhost/job/TOKEN/edit

Inoltre sarà necessario cambiare il link "Edit" nel template showSuccess:

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/showSuccess.php -->
<a href="<?php echo url_for('job_edit', $job) ?>">Edit</a>

note

Abbiamo inoltre cambiato i requisiti per la colonna token, dato che symfony di default utilizza il requisito \d+ per la chiave primaria.

La pagina di anteprima

La pagina di anteprima è la stessa che mostra la pagina del lavoro. Grazie al routing, se l'utente arriva con il token giusto, sarà accessibile nel parametro di richiesta token.

Se l'utente arriva con un URL con token, aggiungeremo una barra di amministrazione in cima. All'inizio del template showSuccess, aggiungiamo un partial per contenere la barra di amministrazione e rimuoviamo il link edit in fondo:

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/showSuccess.php -->
<?php if ($sf_request->getParameter('token') == $job->getToken()): ?>
  <?php include_partial('job/admin', array('job' => $job)) ?>
<?php endif; ?>

Quindi, creiamo il partial _admin:

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/_admin.php -->
<div id="job_actions">
  <h3>Admin</h3>
  <ul>
    <?php if (!$job->getIsActivated()): ?>
      <li><?php echo link_to('Edit', 'job_edit', $job) ?></li>
      <li><?php echo link_to('Publish', 'job_edit', $job) ?></li>
    <?php endif; ?>
    <li><?php echo link_to('Delete', 'job_delete', $job, array('method' => 'delete', 'confirm' => 'Are you sure?')) ?></li>
    <?php if ($job->getIsActivated()): ?>
      <li<?php $job->expiresSoon() and print ' class=" expires_soon"' ?>>
        <?php if ($job->isExpired()): ?>
          Expired
        <?php else: ?>
          Expires in <strong><?php echo $job->getDaysBeforeExpires() ?></strong> days
        <?php endif; ?>
 
        <?php if ($job->expiresSoon()): ?>
         - <a href="">Extend</a> for another <?php echo sfConfig::get('app_active_days') ?> days
        <?php endif; ?>
      </li>
    <?php else: ?>
      <li>
        [Bookmark this <?php echo link_to('URL', 'job_show', $job, true) ?> to manage this job in the future.]
      </li>
    <?php endif; ?>
  </ul>
</div>

C'è molto codice, ma la maggior parte è facile da capire.

Per rendere il template più leggibile, abbiamo aggiunto un sacco di metodi scorciatoia alla classe JobeetJob:

// lib/model/doctrine/JobeetJob.class.php
public function getTypeName()
{
  $types = Doctrine::getTable('JobeetJob')->getTypes();
  return $this->getType() ? $types[$this->getType()] : '';
}
 
public function isExpired()
{
  return $this->getDaysBeforeExpires() < 0;
}
 
public function expiresSoon()
{
  return $this->getDaysBeforeExpires() < 5;
}
 
public function getDaysBeforeExpires()
{
  return floor(($this->getExpiresAt('U') - time()) / 86400);
}

La barra di amministrazione mostra le diverse azioni, a seconda dello stato del lavoro:

Lavoro non attivato

Lavoro attivato

note

Si potrà vedere la barra "attivata" dopo la prossima sezione.

Attivazione e pubblicazione di un lavoro

Nella sezione precedente, c'è un link per pubblicare il lavoro. Il link deve essere cambiato per puntare ad una nuova azione publish. Invece di creare una nuova rotta, possiamo semplicemente configurare la rotta job esistente:

# apps/frontend/config/routing.yml
job:
  class:   sfDoctrineRouteCollection
  options:
    model:          JobeetJob
    column:         token
    object_actions: { publish: put }
  requirements:
    token: \w+

object_actions accetta un array di azioni addizionali per l'oggetto dato. Ora possiamo cambiare il link "Publish":

<!-- apps/frontend/modules/job/templates/_admin.php -->
<li>
  <?php echo link_to('Publish', 'job_publish', $job, array('method' => 'put')) ?>
</li>

L'ultimo passo è creare l'azione publish:

// apps/frontend/modules/job/actions/actions.class.php
public function executePublish(sfWebRequest $request)
{
  $request->checkCSRFProtection();
 
  $job = $this->getRoute()->getObject();
  $job->publish();
 
  $this->getUser()->setFlash('notice', sprintf('Your job is now online for %s days.', sfConfig::get('app_active_days')));
 
  $this->redirect($this->generateUrl('job_show_user', $job));
}

Il lettore più attento avrà notato che il link "Publish" è sottomesso con il metodo HTTP put. Per simulare il metodo put, il link è convertito automaticamente in un form quando viene cliccato.

E siccome abbiamo abilitato la protezione da CSRF, l'helper link_to() include un token CSRF nel link e il metodo checkCSRFProtection() dell'oggetto richiesta verifica la sua validità durante l'invio.

Il metodo executePublish() usa un nuovo metodo publish(), che può essere definito come segue:

// lib/model/doctrine/JobeetJob.class.php
public function publish()
{
  $this->setIsActivated(true);
  $this->save();
}

Ora si può testare la nuova feature di pubblicazione nel browser.

Ma c'è ancora qualcosa da sistemare. I lavori non attivati non devono essere accessibili, il che vuol dire che non devono essere mostrati nella homepage di Jobeet e che non devono essere accessibili dai loro URL. Poiché abbiamo creato un metodo addActiveJobsCriteria() per restringere un Criteria ai lavori attivi, dobbiamo solo modificarlo ed aggiungere i nuovi requisiti alla fine:

// lib/model/doctrine/JobeetJobTable.class.php
public function addActiveJobsQuery(Doctrine_Query $q = null)
{
  // ...
 
  $q->andWhere($alias . '.is_activated = ?', 1);
 
  return $q;
}

Ecco fatto. Ora si può testare nel browser. Tutti i lavori non attivati sono scomparsi dalla homepage; anche se si conoscono i loro URL, non sono più accessibili. Tuttavia sono accessibili se si conosce l'URL con token del lavoro. In questo caso, viene mostrata l'anteprima del lavoro, con la barra di amministrazione.

Questo è uno dei grandi vantaggi del pattern MVC e della rifattorizzazione che abbiamo eseguito strada facendo. È bastato un piccolo cambiamento nel metodo per aggiungere il nuovo requisito.

note

Quando abbiamo creato il metodo getWithJobs(), abbiamo scordato di usare il metodo addActiveJobsQuery(). Quindi, dobbiamo modificarlo ed aggiungere il nuovo requisito:

class JobeetCategoryTable extends Doctrine_Table
{
  public function getWithJobs()
  {
    // ...
 
    $q->andWhere('j.is_activated = ?', 1);
 
    return $q->execute();
  }

A domani

Il tutorial di oggi era pieno di nuove informazioni, ma spero che ora abbiate una comprensione migliore del framework dei form di symfony.

So che alcuni di voi si sono accorti che abbiamo dimenticato qualcosa oggi... Non abbiamo implementato i test per le nuove feature. Siccome la scrittura dei test è una parte importante dello sviluppo, questa è la prima cosa che faremo domani.